Piano di Sopravvivenza per Attività Commerciali – Sai come pianificare la ripresa dell’attività dopo il disastro?

Letto 3.547 volte
 

pianificazione della ripresa dell’attività dopo il disastroLa maggior parte delle attività (piccolo commerciante, aziende, imprese, ecc..)  si preparano sempre alle situazioni di emergenza implementando gli impianti di sicurezza e i sistemi di prevenzione tipo allarmi, estintori, ecc..,  migliorando la sicurezza aziendale,  predisponendo la formazione di un team apposito che possa intervenire durante l’emergenza e stipulando un buon contratto d’assicurazione.

Ma la preparazione all’emergenza in realtà non consiste soltanto nell’essere consapevoli di quello che accadrà, ma anche nell’identificare i mezzi per riprendersi dal disastro. Qui entra in gioco la pianificazione della ripresa dell’attività dopo il disastro e uno degli aspetti più importanti  riguarda la protezione dei dati.

In realtà la pianificazione della ripresa dell’attività è composta da due ampi temi:

  1. la gestione del rischio
  2. la pianificazione della continuità aziendale

 

E per consentire all’azienda di riprendersi e ricominciare ad operare normalmente dopo una crisi, è necessario che siano prese seriamente in considerazione le seguenti procedure.

Un aspetto importante nella pianificazione della ripresa dell’attività è l’analisi dell’impatto sugli affari. L’analisi dell’impatto sugli affari prevede una valutazione approfondita dell’influenza e del rischio nei vari settori d’affari in cui opera l’azienda.

L’idea è quella di identificare la natura del contributo agli affari, in ipotesi, della divisione risorse umane o del reparto tecnologie informatiche per l’organizzazione globale, se sia un contributo di tipo funzionale o monetario.

Questo è un primo passo nella determinazione delle priorità per la ripresa dell’attività.

La pianificazione della ripresa dell’attività deve includere anche il successivo sviluppo del piano di ripresa. Basta predisporre un doppione del database.

L’azienda deve preoccuparsi anche di mantenere integri i dati mediante procedure di backup e valutare il lasso di tempo necessario al ripristino dei dati.

In realtà ci sono due modi per classificare l’importanza di un database: PRO ed TRO.

OPR è il sinonimo di punto di ripristino oggettivo. La priorità è quella di eseguire il backup dei dati il prima possibile. Ciò vale in particolare per le imprese i cui file vengono costantemente aggiornati. Compagnie aeree e assicurative sono i migliori esempi di questo genere d’impresa. Per questo motivo la frequenza di salvataggio dei dati del database in queste imprese è più elevata. Di solito i back-up vengono effettuati mensilmente, settimanalmente o anche quotidianamente.

Aziende basate su Internet, sviluppatori web e aziende di e-commerce si stanno apprestando per rendere i loro piani di ripresa aziendale post disastro più affidabili e immediatamente disponibili.

TRO sta per trempo di recupero obiettivo. Si riferisce al lasso di tempo necessario al recupero dati e al ripristino del sistema dal momento del disastro fino  alla piena operatività. Per queste aziende, prima i dati verranno ripristinati, prima gli affari torneranno alla normalità.

 

Ricorda che durante le situazioni di emergenza ad essere in pericolo non sono solamente i beni materiali ma anche  i dati, che sono la linfa vitale delle aziende moderne. E’ quindi tuo impegno  proteggerli. Seguendo queste procedure, sarai in grado di rendere la tua pianificazione di ripresa aziendale post disastro più efficace.

 

Spero che seguendo queste procedure, sarai in grado di rendere la tua pianificazione di ripresa dell’attività post disastro più efficace. Per condividere la tua opinione, lascia un commento qui sotto oppure partecipa alle discussioni sul nostro forum di sopravvivenza.

 

 

 
Hai trovato questo articolo utile e interessante? CONDIVIDI sui SocialNetwork . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio altre persone. Grazie mille!

Vedi anche: > Piano di Sopravvivenza, Sopravvivenza

prodotti consigliati sopravvivenza, trekking, campeggio, escursioni, emergenze

Prodotti consigliati

Gerber, Kit di sopravvivenza COMPLETO Bear Grylls.

 

 

KIT di Sopravvivenza GERBER BEAR GRYLLS BASE

 

Kit di sopravvivenza Bear Grylls Scout , Grigio GERBER,

KIT DI SOPRAVVIVENZA

Cassetta pronto soccorso con velcro, a norma DIN 13164, con norme di primo soccorso, Cartrend 7730042

Surviving. Istruzioni di sopravvivenza.

 

 

19Led Ultra Luminoso Del Faro Led Con Archetto (Silver)

Torcia ad energia solare con generatore carica a manovella a 3 LED, 3 LED ad elevata potenza, alimentata dalla dinamo e

Torcia a 2 LED impermeabile alimentata da generatore a dinamo con Accendifuoco / Bussola / Fischietto

Alpin 82829 - Torcia a 24 LED con gancio e magnete

Lampada da campeggio con 4 LED con generatore/alimentazione a Dinamo

LANTERNA DA CAMPEGGIO A LED CON RADIO FM AUTO RICARICA A DINAMO

 

Gerber Suspension - Pinza multifunzioni

Huntington Survival Card, attrezzo multiuso carta di credito 6,8cm x 4,5cm (fino 2mm) - strumento sopravvivenza in formato carta di credito con 11 funzioni

NFL - Coltello da sopravvivenza Colt con bracciale Paracord, colore: Nero

Bracciale da Sopravvivenza Colt OD G

Portachiavi di sopravvivenza Para Cord Keychain

Gerber 22-31-000699 - Pietra focaia Bear Grylls, colore: Grigio

True Utility - KeyTool - 8 in 1 mini multitool - TU247

LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS TRACKER BUSSOLA PORTACHIAVI TREKKING SOPRAVVIVENZA

Coghlans - Accessorio di sopravvivenza multifunzione, protezione contro freddo/ vento/ pioggia

Acciarino FireSteel Army per 12.000 accensioni, Arancione (orange), taglia unica

Estrattore di veleno AspiVenin

Batteria USB 2000 mAh, con Manovella di Carica, Soulra BoostTurbine 2000

Trovi altri articoli sulla sopravvivenza qui:
http://www.sopravvivenzatotale.com/info/prodotti-sopravvivenza/

     

 

 

  1. Nessun commento ancora...
*

;