Come Sopravvivere e Convivere con l’Aids

Letto 2.796 volte
 

aids hiv come sopravvivereL’Aids e l’HIV non sono sinonimi: il primo è una malattia che colpisce il sistema immunitario dell’uomo, mentre l’HIV è il virus che la causa.

L’Aids è estremamente diffusa in tutto il mondo, specialmente in quei paesi in cui regna la povertà e la disinformazione in materia.

Al momento non esistono cure definitive che eliminino del tutto l’Aids. Ma si pensa che in un prossimo futuro la scienza possa arrivare anche a sconfiggere questo problema mondiale.

Cosa si può fare oggi per sopravvivere e convivere con l’AIDS ?

Tutto quello che si può fare oggi, e non è poco, è quello di creare degli ostacoli al virus, controllandolo e monitorandolo, in modo da ritardarne al massimo gli effetti. In questa maniera la convivenza con la malattia può essere meno dolorosa e si può vivere, quasi, in modo normale.

Si dice oggi, infatti, che l’Aids è una malattia mortale solo se non è curata.

Non tutte le persone che vengono a contatto con l’HIV si ammalano di Aids, ma diventano sieropositive e non regrediscono verso la malattia.

Dal momento che l’Aids è una malattia che non segnala subito la propria presenza, la persona che pensa di averla contratta (mediante rapporti sessuali non protetti o scambio di sangue infetto tramite siringhe) deve effettuare subito un test HIV (anonimo).

Se tale test dà esito positivo vuol dire che si è sieropositivi. Bisogna, in tal caso, recarsi nei centri di malattie infettive della propria città per effettuare esami più approfonditi e ricevere al più presto gli opportuni farmaci e i piani di cura.

Tutti gli esami futuri e le cure saranno gratuite poiché il sistema sanitario prevede l’esenzione al 100%.

La difficoltà maggiore iniziale, quando si apprende di aver contratto la malattia, è un grande senso di depressione e di disperazione: tutto il mondo crolla addosso e non si scorge più alcun futuro.

Ma l’Aids non è proprio una condanna a morte.

Occorre, quindi, prendersi un po’ di tempo ed elaborare tale dispiacevole fatto, in modo da abituarsi e da renderlo proprio. Una sorta di allenamento mentale al fine di stare psicologicamente meglio con sé stesso e con gli altri.

Molti posti di lavoro e molte attività lavorative particolari escludono, tra il proprio personale, i malati di Aids. Occorre pertanto rivelare la notizia ai propri familiari e alle persone care, nonché al proprio medico di fiducia. Quest’ultimo saprà consigliare al meglio circa le cure da intraprendere.

E’ possibile anche iniziare un percorso di cura anche con uno specialista del settore.

Superato il primo ostacolo personale, occorre fare i conti con i farmaci e le cure il più presto possibile. A volte si tratta di medicine potenti e con effetti collaterali come, ad esempio, vomito, diarrea, nausea, disturbi del sonno, ma se la cura viene azzeccata, la progressione della malattia può essere addirittura bloccata.

Ovviamente il trattamento continuerà per tutta la vita e non si deve assolutamente interromperlo per nessun motivo. Anche i vaccini contro alcune malattie devono essere ripetuti spesso; il corpo adesso è più debole è contrarre una polmonite o varie influenze virali è molto più facile.

Oggi una persona sieropositiva può condurre una vita sociale e di relazione normale, la malattia non è contagiosa per contatto e si può abbracciare e baciare chi si ama. Si devono evitare i rapporti sessuali non protetti per non trasferire il virus ad altre persone sane (in questi casi egli è penalmente punibile).

Anche le donne affette da Aids che voglio procreare, lo possono fare tranquillamente, in quanto esistono tecniche di procreazione assistita allo scopo di ridurre al minimo il rischio di trasmissione trasmissione al bambino.

Superato lo shock iniziale, dunque, il malato di Aids può continuare regolarmente la propria esistenza e, se egli ci crede, vivere una lunga vita normale e spensierata come tutti.

 

Spero, come sempre, che questi suggerimento ti saranno utili. Puoi condividere questo articolo sui social network, utilizza i bottoni qui sotto. Se vuoi esprimere la tua opinione o fornire dei suggerimenti in merito a quanto discusso, scrivi un commento qui sotto nel form oppure partecipa alle discussioni sul nostro forum di sopravvivenza.  

Approfondimenti Video – Come Sopravvivere all’AIDS

 

 
Hai trovato questo articolo utile e interessante? CONDIVIDI sui SocialNetwork . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio altre persone. Grazie mille!

Vedi anche: > Sopravvivenza

prodotti consigliati sopravvivenza, trekking, campeggio, escursioni, emergenze

Prodotti consigliati

Gerber, Kit di sopravvivenza COMPLETO Bear Grylls.

 

 

KIT di Sopravvivenza GERBER BEAR GRYLLS BASE

 

Kit di sopravvivenza Bear Grylls Scout , Grigio GERBER,

KIT DI SOPRAVVIVENZA

Cassetta pronto soccorso con velcro, a norma DIN 13164, con norme di primo soccorso, Cartrend 7730042

Surviving. Istruzioni di sopravvivenza.

 

 

19Led Ultra Luminoso Del Faro Led Con Archetto (Silver)

Torcia ad energia solare con generatore carica a manovella a 3 LED, 3 LED ad elevata potenza, alimentata dalla dinamo e

Torcia a 2 LED impermeabile alimentata da generatore a dinamo con Accendifuoco / Bussola / Fischietto

Alpin 82829 - Torcia a 24 LED con gancio e magnete

Lampada da campeggio con 4 LED con generatore/alimentazione a Dinamo

LANTERNA DA CAMPEGGIO A LED CON RADIO FM AUTO RICARICA A DINAMO

 

Gerber Suspension - Pinza multifunzioni

Huntington Survival Card, attrezzo multiuso carta di credito 6,8cm x 4,5cm (fino 2mm) - strumento sopravvivenza in formato carta di credito con 11 funzioni

NFL - Coltello da sopravvivenza Colt con bracciale Paracord, colore: Nero

Bracciale da Sopravvivenza Colt OD G

Portachiavi di sopravvivenza Para Cord Keychain

Gerber 22-31-000699 - Pietra focaia Bear Grylls, colore: Grigio

True Utility - KeyTool - 8 in 1 mini multitool - TU247

LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS TRACKER BUSSOLA PORTACHIAVI TREKKING SOPRAVVIVENZA

Coghlans - Accessorio di sopravvivenza multifunzione, protezione contro freddo/ vento/ pioggia

Acciarino FireSteel Army per 12.000 accensioni, Arancione (orange), taglia unica

Estrattore di veleno AspiVenin

Batteria USB 2000 mAh, con Manovella di Carica, Soulra BoostTurbine 2000

Trovi altri articoli sulla sopravvivenza qui:
http://www.sopravvivenzatotale.com/info/prodotti-sopravvivenza/

     

 

 

Categorie:Sopravvivenza Tag: ,

  1. Nessun commento ancora...
*

;