Come Sopravvivere Vivendo da Barbone Senzatetto

Letto 23.887 volte
 

barbone1Le persone senzatetto, dette anche clochard, in Italia sono circa 80.000 (ma sicuramente il numero è molto maggiore). Un numero enorme che ci fa subito comprendere come questa condizione, seppur problematica, permetta una perfetta sopravvivenza.

L’importante è conoscere le fonti di sostentamento che, ai nostri giorni, sono più che sufficienti per tutti, anche per questa tipologia di popolazione molto numerosa.

Questa condizione è divenuta ultimamente una vera e propria scelta di vita. Molte persone, appartenenti a qualsiasi ceto e categoria sociale, di colpo scelgono di cambiare il corso della propria esistenza. Stanchi, magari, di pagare le tasse, del tenore di vita mondano, di impegni più o meno gravosi e della frenesia della quotidianità, preferiscono chiudersi in un nuovo mondo, quello dei barboni. Del resto, chi intraprende questa strada, spesso non lo fa per motivi economici.

Ecco come vivere da Barboni Senzatetto

L’arte dell’arrangiamento è la prima regola di vita che deve prendere subito il sopravvento.

Il rifugio dove vivere e dove ripararsi, in caso di intemperie o di notte, può essere scelto tra molte alternative come, ad esempio, l’atrio di un portone, un angolo riparato di un cortile, sotto un ponte o un grande scatolone di cartone.

Idormel freddo è il nemico numero uno per i disagiati. Per i vestiti non esistono grossi problemi di sorta. E’ sufficiente rovistare nei cassonetti della spazzatura o, meglio ancora, in quelli dedicati alla raccolta degli indumenti usati: lì si troverà senz’altro qualcosa di utile. In alternativa si può chiedere direttamente a qualche parrocchia o alla caritas.

Allestire anche un abbigliamento completo è cosa assai semplice: una sciarpa, un cappotto, scarpe pesanti per l’inverno e maglioni di lana si trovano facilmente. I più fortunati possono passare la notte nelle stanze delle stazioni ferroviarie, spesso riscaldate dai termosifoni. stazione

La difficoltà maggiore sta nel trovare il cibo. Ma anche questo fattore, oggi, è facilmente superabile.

Molte amministrazioni comunali dedicano ai senza tetto delle apposite strutture nelle quali essi possono consumare, gratuitamente, un pasto caldo. Anche molte parrocchie offrono ai poveri un piatto caldo, un pezzo di pane e tanto calore umano.

E’ poi facile trovare, in strada, qualche anima pia che regali del latte, frutta, pane o altra roba commestibile. I più disperati possono trovare la merce invenduta del giorno prima presso il panificio o chiedere i rifiuti al ristorante. Al limite, l’elemosina è l’arma vincente con cui si può sbarcare il lunario per qualche giorno. elemosina

La vicinanza di un cane è, sovente, indispensabile per un clochard. Il vero amico dell’uomo non guarda mai, infatti, nel portafoglio del proprio padrone ma semplicemente nel suo cuore e nella sua anima.

La pulizia del proprio corpo è, ovviamente, un fattore che viene quasi completamente a mancare in queste condizioni. I bagni pubblici, in questi casi, sono di grande aiuto. Anche una piccola scorta d’acqua, nel proprio rifugio, può essere molto utile.

Anche se il popolo dei clochard è abbastanza solidale e i barboni sono sempre disponibili tra loro, non mancano episodi di razzia, furti o disagi in genere. Soprattutto di notte, le difese devono essere aumentate, specialmente se si dorme all’interno dei giardini pubblici, dove i vandali potrebbero lasciare un segno indelebile.

dorme2Uno dei pericoli maggiori è, naturalmente, rappresentato dalle malattie. Dal momento che si vive a stretto contatto con la spazzatura e i fattori climatici estremi determinano le peggiori condizioni di vita, la polmonite è una delle malattie più diffuse tra i senzatetto. Non esiste rimedio, purtroppo, a questo problema, se non essere direttamente curati dai responsabili del settore medico.

In ogni caso, chi intraprende questo tipo di vita, lo fa per sfuggire ad un tipo di società che si è venuta a creare, spesso severa e indifferente ai vari problemi di questa povera gente, ma sovente egli è felice di essere un sensatetto o clochard.

Approfondimenti Video su – Sopravvivere da Senzatetto

 

Spero, come sempre, che questi suggerimento ti saranno utili. Puoi condividere questo articolo sui social network, utilizza i bottoni qui sotto. Se vuoi esprimere la tua opinione o fornire dei suggerimenti in merito a quanto discusso, scrivi un commento qui sotto nel form oppure partecipa alle discussioni sul nostro forum di sopravvivenza.

 

 
Hai trovato questo articolo utile e interessante? CONDIVIDI sui SocialNetwork . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio altre persone. Grazie mille!

Vedi anche: > Sopravvivenza, Sopravvivenza in Città, Strategie di Sopravvivenza, Tecniche di Sopravvivenza

prodotti consigliati sopravvivenza, trekking, campeggio, escursioni, emergenze

Prodotti consigliati

Gerber, Kit di sopravvivenza COMPLETO Bear Grylls.

 

 

KIT di Sopravvivenza GERBER BEAR GRYLLS BASE

 

Kit di sopravvivenza Bear Grylls Scout , Grigio GERBER,

KIT DI SOPRAVVIVENZA

Cassetta pronto soccorso con velcro, a norma DIN 13164, con norme di primo soccorso, Cartrend 7730042

Surviving. Istruzioni di sopravvivenza.

 

 

19Led Ultra Luminoso Del Faro Led Con Archetto (Silver)

Torcia ad energia solare con generatore carica a manovella a 3 LED, 3 LED ad elevata potenza, alimentata dalla dinamo e

Torcia a 2 LED impermeabile alimentata da generatore a dinamo con Accendifuoco / Bussola / Fischietto

Alpin 82829 - Torcia a 24 LED con gancio e magnete

Lampada da campeggio con 4 LED con generatore/alimentazione a Dinamo

LANTERNA DA CAMPEGGIO A LED CON RADIO FM AUTO RICARICA A DINAMO

 

Gerber Suspension - Pinza multifunzioni

Huntington Survival Card, attrezzo multiuso carta di credito 6,8cm x 4,5cm (fino 2mm) - strumento sopravvivenza in formato carta di credito con 11 funzioni

NFL - Coltello da sopravvivenza Colt con bracciale Paracord, colore: Nero

Bracciale da Sopravvivenza Colt OD G

Portachiavi di sopravvivenza Para Cord Keychain

Gerber 22-31-000699 - Pietra focaia Bear Grylls, colore: Grigio

True Utility - KeyTool - 8 in 1 mini multitool - TU247

LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS TRACKER BUSSOLA PORTACHIAVI TREKKING SOPRAVVIVENZA

Coghlans - Accessorio di sopravvivenza multifunzione, protezione contro freddo/ vento/ pioggia

Acciarino FireSteel Army per 12.000 accensioni, Arancione (orange), taglia unica

Estrattore di veleno AspiVenin

Batteria USB 2000 mAh, con Manovella di Carica, Soulra BoostTurbine 2000

Trovi altri articoli sulla sopravvivenza qui:
http://www.sopravvivenzatotale.com/info/prodotti-sopravvivenza/

     

 

 

  1. Nessun commento ancora...
*

;