Ecco come far partecipare il Partner al piano d’emergenza e ai preparativi per la sopravvivenza

Letto 2.050 volte
 

Come parlare al partner:In fatto di sopravvivenza, è molto importante che anche il partner/coniuge partecipi al piano d’emergenza e ai preparativi per la sopravvivenza.

Ecco alcune idee per iniziarne a parlare con tua moglie, marito o fidanzato/a.

Come parlare al partner: Pianificare una riunione (annuale, semestrale, trimestrale).

La pianificazione di una riunione è un aspetto importante per far partecipare il partner al piano d’emergenza. E’ vitale per entrambi sedersi accanto e tirare giù un piano da utilizzare e in alcuni casi anche da presentare al resto della famiglia.

 

Come capofamiglia, gli altri si aspetteranno che siate voi a guidarli e ad assumere la leadership.

1#) Inizia con poco: Quando parli con il tuo partner/coniuge dei preparativi per l’emergenza è importante iniziare con incontri brevi in cui discutere aspetti importanti del piano familiare (finanze, scuola, bambini etc). Chiedi al partner di farsi venire delle idee per il prossimo incontro su cibo, carburante, acqua, rifugio. Se lo farete insieme diventerà sempre più un lavoro di squadra e sempre meno una cosa che riguarda soltanto te.

2#) Evita l’approccio intimidatorio: Quando parli al tuo partner, evita di essere troppo drammatico dicendo cose del tipo “cosa accadrebbe se”. Cerca piuttosto di rifarti agli eventi storici (inondazioni, tempeste, tumulti, penuria di cibo) e di proporre un piano sensato per andare via o per restare e che coinvolga aspetti tipo il cibo, l’acqua, il trasporto personale, e il rifugio.

3#) Divertimento: piuttosto che rendere la cosa noiosa, fai in modo di inserire anche delle cose divertenti da fare insieme nel piano d’emergenza. Andare in campeggio, piantare un orto, fare un corso di conservazione e preparazione dei cibi, andare al poligono del tiro o a caccia, a fare shopping o un corso di primo soccorso. Sarà divertente per tutti.

4#) Se entrambi sarete coinvolti non c’è il rischio che qualcosa vada storto se uno dei due non c’è. Considera che in una situazione d’emergenza la comunicazione può interrompersi e le autostrade diventano come dei parcheggi per cui potresti non essere in grado di raggiungere i tuoi. Se entrambi conoscete il piano starai più tranquillo al pensiero che se qualcosa non funzionasse, l’altro sarà in grado di farsi carico della situazione (cosa fare, dove andare).

 

Io e la mia partner abbiamo discusso a lungo di cosa accadrebbe se nei negozi di alimentari le scorte di cibo andassero esaurire e degli eventi che potrebbero portare a conseguenze di lunga durata (tempeste solari, EMP/tracolli economici, Terremoti etc).

Fondamentalmente ho considerato una serie di eventi possibili e le ho mostrato come l’esito più probabile potrebbe essere quello di vivere senza confort come a metà dell’800. Ponendo un limite temporale  a tali eventi (6 mesi per eventi climatici o scioperi, alcuni anni per casi peggiori) l’ho aiutata davvero a mettere le cose in prospettiva e a superare la paura e gli stratagemmi che l’accompagnano.

La mia partner adesso è molto più coinvolta perché sa di dover essere d’aiuto ai suoi figli (e a suo marito) in caso di  necessità. E’ anche più consapevole del nostro tallone d’Achille e che il benessere della nostra famiglia è una combinazione di elettricità, cibo, acqua, rifugio e combustibile 

 

Spero che questi suggerimento ti saranno utili per organizzare la tua sopravvivenza inzieme al tuo/a partner. Per condividere la tua opinione, fornire dei suggerimenti o raccontare la tua storia lascia un commento qui sotto oppure partecipa alle discussioni sul forum di sopravvivenza.

 

 
Hai trovato questo articolo utile e interessante? CONDIVIDI sui SocialNetwork . La condivisione di queste informazioni è il primo passo per vivere in un mondo migliore. Ogni tua condivisione è apprezzatissima e può far vivere meglio altre persone. Grazie mille!

Vedi anche: > Piano di Sopravvivenza, Sopravvivenza

prodotti consigliati sopravvivenza, trekking, campeggio, escursioni, emergenze

Prodotti consigliati

Gerber, Kit di sopravvivenza COMPLETO Bear Grylls.

 

 

KIT di Sopravvivenza GERBER BEAR GRYLLS BASE

 

Kit di sopravvivenza Bear Grylls Scout , Grigio GERBER,

KIT DI SOPRAVVIVENZA

Cassetta pronto soccorso con velcro, a norma DIN 13164, con norme di primo soccorso, Cartrend 7730042

Surviving. Istruzioni di sopravvivenza.

 

 

19Led Ultra Luminoso Del Faro Led Con Archetto (Silver)

Torcia ad energia solare con generatore carica a manovella a 3 LED, 3 LED ad elevata potenza, alimentata dalla dinamo e

Torcia a 2 LED impermeabile alimentata da generatore a dinamo con Accendifuoco / Bussola / Fischietto

Alpin 82829 - Torcia a 24 LED con gancio e magnete

Lampada da campeggio con 4 LED con generatore/alimentazione a Dinamo

LANTERNA DA CAMPEGGIO A LED CON RADIO FM AUTO RICARICA A DINAMO

 

Gerber Suspension - Pinza multifunzioni

Huntington Survival Card, attrezzo multiuso carta di credito 6,8cm x 4,5cm (fino 2mm) - strumento sopravvivenza in formato carta di credito con 11 funzioni

NFL - Coltello da sopravvivenza Colt con bracciale Paracord, colore: Nero

Bracciale da Sopravvivenza Colt OD G

Portachiavi di sopravvivenza Para Cord Keychain

Gerber 22-31-000699 - Pietra focaia Bear Grylls, colore: Grigio

True Utility - KeyTool - 8 in 1 mini multitool - TU247

LOCALIZZATORE SATELLITARE GPS TRACKER BUSSOLA PORTACHIAVI TREKKING SOPRAVVIVENZA

Coghlans - Accessorio di sopravvivenza multifunzione, protezione contro freddo/ vento/ pioggia

Acciarino FireSteel Army per 12.000 accensioni, Arancione (orange), taglia unica

Estrattore di veleno AspiVenin

Batteria USB 2000 mAh, con Manovella di Carica, Soulra BoostTurbine 2000

Trovi altri articoli sulla sopravvivenza qui:
http://www.sopravvivenzatotale.com/info/prodotti-sopravvivenza/

     

 

 

  1. Nessun commento ancora...
*

;