Zaino di Sopravvivenza

Visto 42.717 volte

zaino di sopravvivenzaUno zaino di sopravvivenza (che dagli americani viene anche chiamato BOB, (Bug out Gag) cioè borsa per filarsela o borsa delle 72 ore) in genere è fatta per tirarti fuori da una situazione di emergenza e ti permette di sopravvivere per tre giorni al massimo.

Ci sono diverse definizioni di zaino di sopravvivenza e soprattutto ogni persona ha diverse esigenze da soddisfare, quindi un oggetto di questo tipo non potrà essere mai uguale per tutti ma simile. Il concetto comunque è lo stesso e lo dice il nome. Infatti in caso d’urgenza, ovviamente non avrai tempo per recuperare tutto ciò di cui hai bisogno, la cosa  migliore è quindi prepararlo anticipatamente e tenerlo  pronto per un evento inatteso visto che all’interno ci saranno tutti i rifornimenti  utili a soddisfare le esigenze e necessità per almeno 3 giorni. Anche se è possibile creare zaini di sopravvivenza per periodi più prolungati.

Perché creare uno zaino di sopravvivenza?

In una situazione di crisi ed emergenza, saperegià di avere gli alimenti, l’acqua, i vestiti, le medicine, ecc., questo ridurrà drasticamente la  tendenza naturale al panico. Tuttavia anche se all’interno ci saranno cose di cui non avrai  bisogno, queste hanno un valore comunque psicologico.

Se provi  a riunire e ricercare i  rifornimenti nel mezzo di una crisi, probabilmente ometterai alcuni articoli che invece risultano essere molto importanti. Ad esempio i farmaciprescritti sono facili da dimenticare quando si ha fretta e possono essere difficili da trovare una volta abbandonata la propria casa in caso di emergenza.

Ecco perché avere tutto l’occorrente già pronto permette di mettere a fuoco la situazione  e utilizzare le energie per aiutare gli altri o  fare quello che devi fare.

Chi ha bisogno di uno zaino per la sopravvivenza?

Tutti! Ogni membro della tua famiglia avrà bisogni differenti. Quindi ogni membro ha bisogno del suo zaino, compresi i bambini e gli anziani.

Ci sono molti vantaggi avendo zaini separati.Sarà più semplice preparare gli zaini, anche perché i bambini crescono e cambiano velocemente quindi il loro zaino avrà bisogno di aggiornamenti costanti. Tuttavia lo zaino dovrà essere dimensionato in base alla grandezza del bambino e nel caso in cui questo non è all’altezza di poter trasportare uno zaino di sopravvivenza, lo dovrà fare un adulto.

Tuttavia avere più zaini distribuisce il peso e in questo modo si può ripartire il carico. E in questo modo
anche se la tua famiglia deve separare gli zainiresteranno personali in modo che nessuno rimanga senza rifornimenti.

Che cosa dovrebbe esserci nel tuo zaino?

Lo zaino di sopravvivenza non essendo una cosa standardizzata non può essere uguale per tutti, tuttavia esistono molte esigenze comuni che richiedono sempre gli stessi oggetti, tra cui:

– Calore/riparo
– Acqua
– Alimentazione
– Luce
– Risanamento/igiene personale
– Pronto soccorso
– Articoli personali
– Intrattenimento
– Comunicazione
– Soldi
– Attrezzi
– Bisogni speciali (farmaci, occhiali, ecc.)

Che cosa includerai nel tuo zaino di sopravvivenza dipenderà da vari fattori, quali l’età, la salute, la posizione geografica, la stagione e le finanze.

Le minacce ambientali variano in base alla zona, così come i tipi di vestiti e di risorse che possono essere necessari. Siccome non ci saranno mai due persone uguali non ci saranno mai due zaini di sopravvivenza identici.

Tieni presente che in caso d’urgenza dovrai usare il contenuto del tuo zaino soltanto come ultima risorsa. Non utilizzare il piccolo tubo di dentifricio in pasta che hai nello zaino se hai in bagno un tubetto.

Nella maggior parte dei casi, se durante l’emergenza ti trovi nel tuo ambiente domestico, non dovrai utilizzare il contenuto del tuo zaino di sopravvivenza. Lo dovrai usare solo se la situazione cambia e dovrai lasciare la tua casa.

Primo esempio di zaino per la sopravvivenza: il mini zaino

L’anno scorso non sapevo cosa regalare aimiei amici per il Natale. Riflettendoci ho pensato che il regalo perfetto poteva essere un mini zaino di sopravvivenza. Ho creato complessivamente 5 zainetti identici, ciascuno etichettato e all’interno contenevano

-1 libro cartaceo sulla sopravvivenza
– 1 lista degli articoli di corredo e dei loro usi
– 1 lista di contatti per le emergenze
– 1 tenda leggera
– 1 poncio per la pioggia
– 1 coperta 
– 1 coperta di lana
– 2 sacchetti di immondizia resistenti
– 1 pacchetto di fiammiferi
– 1 piccola torcia elettrica a LED
– 2 bandane
– 4 accumulatori alcalini per la torcia elettrica
– 3 accoppiamenti di biancheria intima
– 1 rotolo di carta igienica
– 1 Mini corredo per l’igiene in un sacchetto con chiusura a lampo contenente: mini-spazzolino, mini-dentifricio in pasta,, protezione solare, prodotto disinfettante senz’acqua per le  mani, filo interdentale, mini-deodorante e salviette umidificate
– Mini cassetta di pronto soccorso
– Gli alimenti pronti da mangiare comprese, barrette proteiche, frutta secca, manzo disidratati, 2 bottiglie di acqua
– penna e fogli di carta

Anche se il mini zaino è solo un punto di partenza, ho ritenuto importante aiutare i miei amici a cominciare la loro preparazione. Mi sono assicurato che capissero che dovevano adattare i loro zaini ai loro bisogni, compresa l’aggiunta di vestiti e degli altri articoli personali. Non è stato solo un regalo creativo, ma ha comunicato ai miei amici che li amo, per questo è statoil miglior regalo.

Secondo esempio: Il mio zaino di sopravvivenza personale

Il mio zaino di sopravvivenza è come un guardaroba favoloso non l’ho costruito inun giorno. Ma ho passato quasi 6 mesi ad aggiungere i diversi oggetti per diverse esigenze, ho investito del tempo e dei soldi. La creazione dello zaino di sopravvivenza può richiedere un mese ma anche un anno.  Ci possono essere degli articoli chegià possiedi o che puoi comprare a buon mercato.

Al lato del mio zaino principale ho un cambio di vestiti per temperature piuttosto rigide e un cambio convestiti per temperature calde, ho anche una  lista delle cose supplementari da prendere in caso d’emergenza (borsa, raccoglitore, telefono, chiavi) con le posizioni in cui si trovano.

I rifornimenti per il freddo sono in un pacchetto applicato al mio zaino principale e contiene una miscela di vestiti invernali, includente: Calzini (4 accoppiamenti), cappello, guanti, sciarpa, ghette, dei pantaloni resistenti dell’acqua, 2 maglioni di lana. Ovviamente c’è anche un pacchetto che contiene unamixdi vestiti estivi.

Spero che questi suggerimento ti saranno utili per creare il tuo zaino di sopravvivenza. Se vuoi condividere la tua opinione, lascia un commento qui sotto oppure partecipa alle discussioni sul nostro forum di sopravvivenza.

Vedi anche:

le 7 cose che non devono mai mancare nel tuo zaino di sopravvivenza

prodotti consigliati sopravvivenza, trekking, campeggio, escursioni, emergenze

Hai trovato questo articolo utile o interessante? Ricambia segnalandolo sui vari social networks utilizzando i bottoni qui sotto. Grazie!

 
  1. Nessun commento ancora...
*
;